Silenziosamente

foto%20Silenziosamente%201.jpg

 

 

 


 


Lentamente

senza rumore

si insinua nella mente

e non comprendi all’inizio

senti solo che quel momento

che era vuoto di te

 

 

 

 

 

 

 

foto%20Silenziosamente%202.jpg


 

 

 

 

in cui i pensieri si rincorrevano

senza avere un inizio e una fine

sta colmandosi di qualcosa

una sensazione

dapprima

indefinibile


 

 

 


 

foto%20Silenziosamente%203.jpg

 


poi quel sapore sulle labbra

ma non scendono dai tuoi

occhi le gocce

di sale


senza stupore

delicatamente

tocchi le guance

per non trovarne traccia



 

 


 

foto%20Silenziosamente%204.jpg

 

 

 



lentamente

senza rumore

la consapevolezza

che il pensiero veniva

dal cuore


 

 


 

 

foto%20Silenziosamente%205.jpg

 




lì è nato

ha trovato lo spazio

dove non ci sono confini di pelle

fra noi

dove non serve la voce

per chiedere

perchè sa

 

 

 



 

foto%20corretta%206.jpeg

 




lentamente

senza rumore


non serve che ti avvicini

non servono le braccia

al cuore



 

 

 

 

foto%20Silenziosamente%20ultima.jpg

 




Silenziosamenteultima modifica: 2010-01-18T03:56:56+00:00da bricciole
Reposta per primo quest’articolo

26 pensieri su “Silenziosamente

  1. ^_^

    Il “sentire col cuore”…tra un respiro e un battito…è un dono raro…e lo diventa ancora di più quando si alimenta alle sorgenti dell’empatia e della condivisione…

    Tu ci riesci molto bene…lo si avverte a pelle.
    Grazie per quella che sei. E per come ti doni a noi.

    Buona giornata e serena settimana!
    y_w

  2. Eri
    Sei
    Sarai
    Potrai esser libera di essere quella che vuoi
    Eri
    Sei
    Sarai
    crudele e spietata contro chi ti ha ferito
    potresti mai?
    No ..
    preferirai ricordare con quel sorriso amaro
    colui che hai amato
    conservando solo bei ricordi
    e lacrime di poesia
    Eri
    sei
    e sarai
    ma cosa vuoi che serva
    assolutamente nulla
    non puoi costringerti in quattro mura
    ad annaspare briciole di una felicità passata
    Eri
    sei
    sarai
    tutta sbagliata forse
    sottosopra e rivoltata
    per far uscire monetine da quel salvadanaio della tua vita
    e provare a raccoglierle
    ma tante andranno perse
    incagliate nei posti più impensati
    quelli che mai potrai rivedere
    cespugli di rovi
    che solo a guardarli
    ti faranno sanguinare il cuore
    e non tenterai nemmeno a riprendertele
    continuando a camminare
    anche se a volte ti senti soffocare
    da quel nodo in gola
    che non riesci a mandar giù
    Eri
    sei
    sarai
    …e chi lo sa …
    chi può dire cosa è giusto e sbagliato
    giudicare ed esser giudicato
    amare ed esser amato
    un rompicapo da notti insonni
    a volte capita
    basta voltare pagina
    …………………………………………………………
    un abbraccio Silente

  3. Sento molto quello che descrivi cosi bene in questo post …..

    Sai non ho scritto che chi mi ha regalto quello scritto,mi ha regalato anche la musica di sottofondo …….quando ho aperto il file per ascoltare il brano
    mi sono venuti i brividi ,ma non tanto per il pezzo ,per il fatto che avrei tanto
    voluto abbracciare chi me lo aveva mandato …..è vero non serve avvicinarsi
    il cuore non ha le braccia ,ma a volte le emozioni sono cosi forti che vorrebbero tanto dare libero sfogo a gesti concreti ……..

    bacio cara
    è sempre un piacere trovarti tra i miei commentatori
    kicca

  4. 1. i pensieri volano sempre … e di solito si confondono con le speranze.
    2. è un bene che si siano i pensieri quando sono liberi
    3. nei pensieri si immaginano visioni come i sogni
    4. a volte servono anche le labbra vicine.

    gowen

    ps. a me sta storia della sensibilità femminile .. 🙂

  5. Echi silenziosi…che si infrangono…trasparenti…su rive morbide di terre assetate. Non sono ascoltati…solo…’sentiti’. Nessun colore…ne assumono quello, del cuore che li riceve…dove riposano…nascono…crescono…e tu inconsapevolmente ne trai sicurezze…la tua mente…rassicurata…abbatte le mura….il sorriso si spiega…i tuoi occhi pur non vedendo…incrociano altro sguardo…e lacrime di festa…tocco di dita…mani nelle mani…poggiandosi sull’altro…riposo di te….in punta di piedi…danza su ampio palco…roteando in nuove dimensioni…senza mai toccar terra…scorrono gocce di sorgente…e una fragranza di calore d’intesa….si disperde nell’aria. Il miracolo sta avvenendo…e lo vedi sorgere dal nulla…terra fertile di umore mistico…e tutto è in attesa…mentre prende forma…sussulto in un cuore disposto…Se si è sofferto…se il prezzo pagato…così alto…ha generato tale tocco…ne è valsa la pena…

    Ti abbraccio…

  6. Ciao cara,
    ci sono dei ricordi che non si possono neppure stemperare, ma tante “bellezze” che ci circondano possono sopperire alla tristezza della vita. Basta saper cogliere l’essenza della loro importanza, della loro purezza e del loro spirito. Una fra questi è l’amicizia vera.
    Un abbraccio.
    Nadia

  7. ciao bricciola
    bellissimo questo post, e stupende cm sempre le foto, hai una vena creativa bellissima, penso ke sai cogliere in modo pefetto quelle ke ti trasmette il tuo cuore e il tuo corpo, sai dare voce alle sensazioni e sai far provare le sensazioni ke scrivi a me in modo bellissimo. Grz x questo post ke mi ha fatto capire qualkosa in più sulle sensazioni del cuore del corpo e della mente kiss tvb

    Marco

  8. Ciao carissima!!! E’ da molto che non passo di qua e mi rattrista sapere che sei infelice. Le cose da dire sarebbero molte, però ho paura di essere ripetitiva. Il consiglio che ti posso lasciare è quello di cercare di lasciare da parte i pensieri dolorosi, anche se so che è impossibile. Una persona come te, che quando scrive fa parlare il cuore e trasmette forti emozioni, meriterebbe di scrivere solamente cose felici. Buona domenica!!!

  9. cogli sempre il punto…sempre da me! Ogni tuo commento sembra arrivare dritto alla questione del mio cuore…la tua sensibilità è disarmante e mi piace molto…grazie…
    e…la frase ai piedi del tuo blog, quella, mi è entrata come una spada perdio è esattamente quello che sta accadendo a me e ora dimmi, come riuscire a sottrarsi ad una cosa probabilmente unica? come capire che non è a senso unico?
    un abbraccio.

Lascia un commento