Ma non dimentichiamo…

 


 

foto%201%20Ma%20non%20dimentichiamo.jpg




Quando al mattino ci alziamo

e prepariamo la colazione ai nostri figli

cerchiamo di dare loro

le energie

per affrontare la giornata

 

 



 

foto%202%20Ma%20non%20dimentichiamo.jpg

 

 

 


 

Qualcuno non ha

energie

per affrontare

la vita

 

 

 

 

Quando scegliamo

un giocattolo da regalare

lo vogliamo bello… sicuro…

magari didattico…


 

 


foto%203%20Ma%20non%20dimentichiamo.jpg


 

 

 


Qualcuno gioca

con quello che gli altri

scartano

 

 


 

Quando usciamo a fare spese

diciamo… shopping

perchè il termine

è più elegante




 

foto%204%20Ma%20non%20dimentichiamo.jpg

 


 


Qualcuno è contento

se può fare

la spesa

 


 

 

Quando la nostra casa

ci sembra troppo piccola

per le nostre esigenze

ne desideriamo una nuova


 

 


 

foto%205%20Ma%20non%20dimentichiamo.jpg

 



 

Qualcuno ha esigenza

di una casa

 

 

 


 

Quando ci lamentiamo

che le nostre scuole non sono

abbastanza moderne

o che le pareti delle aule

dovrebbero essere ritinteggiate




 

foto%206%20Manon%20dimentichiamo.jpg

 

 



Qualcuno vorrebbe

una scuola

 

 


 

Quando poi la terra trema

vediamo immagini terribili

che ci scuotono

corpi feriti

bambini disorientati

allora ecco che l’attenzione di tutti

si concentra su quanti

non hanno più nulla

e subito si pensa a cosa fare




 

foto%207%20Ma%20non%20dimentichiamo.jpg

 



è emergenza

 

 


Qualcuno in ogni momento vive l’emergenza

anche quando la televisione è spenta

anche quando la terra non trema

anche quando

pensiamo

ad altro

 

 



 

foto%20Ultima%20Ma%20non%20dimentichiamo.jpg

 

 


 

 

 

 

 

 


 
http://paroledime.myblog.it/media/00/01/639295471.mp3

 

Ma non dimentichiamo…ultima modifica: 2010-01-28T22:42:00+00:00da bricciole
Reposta per primo quest’articolo

30 pensieri su “Ma non dimentichiamo…

  1. Mentre il ‘pensare ad altro’ diventa quotidianità. Legame di una vita distratta dal bisogno altrui. Interesse altissimi, sfruttamento delle popolazioni sottosviluppate, da parte di banche cosiddette generose, per l’immagine che hanno reso sfoderando offerte in beneficenza con risorse ‘tratte’dalla speculazione perpetrata mediante la vendita di farmaci supervalutati. Strategia dell’allarmismo per creare ‘psicosi’ fra la gente e popoli per ‘vendere’ qualsiasi cosa possa essere venduta. E milioni di persone muoiono… Dire basta, troppo scontato… è il tempo di intervenire, non con i basta e i se…ma con sé stessi. Promuovendo, organizzando. E non lo si fa mai abbastanza.

    Per una sensibilità non ostentata, ma evidente….alla quale mi affianco.

    Ti abbraccio……..

  2. Siamo solo essere umani cara Bricciole e non abbiamo la bacchetta magica per risolvere i mali del mondo perchè è solo unendo le nostre forze che potremmo fare qualcosa di sostanzioso ma, ripeto, siamo essere umani, il più delle volte presi dal proprio egoismo che ci fa vedere solo quello che fa male a noi e quello che subiscono gli altri nel resto del mondo.
    Siamo piccoli vergognosi esseri umani che si spingono oltre le proprie barriere soltanto per personali sfide senza obiettivi veri, senza soluzioni ai mille mali della terra.
    E pensiamo, abbiamo tanto, troppo tempo per pensare, per riflettere, per meditare mentre c’è chi non ha tempo nemmeno di vivere.
    Io mi perdono ogni giorno per essere quella che sono, con tutte gli agi e le comodità che contraddistinguono questa moderna società.
    Mi perdono ogni giorno perchè sono io.

    Buon fine settimana e perdona se mi sono dilungata troppo
    :-)mandi

  3. Parli di emergenza… un’emergenza immanente e persistente… ed è effettivamente così.
    Io avverto l’URGENZA… l’urgenza di uscire un po’ da noi stessi… dal nostro io, dalle nostre sicurezze, dai nostri agi, dalle nostre ferme certezze… per andare verso gli altri…siano essi precari che lottano per un posto di lavoro che vacilla o persone che ancora oggi muoiono di fame e di sete…vittime di guerre di ignobili poteri o analfabeti per impossibilità di mezzi e strumenti…vittime della furia della natura o della follia dell’uomo…
    MEDITIAMO GENTE…MEDITIAMO!

    Grazie Bricciole.

  4. quei bambini sono come i nostri bambini….
    hanno le stesse insicurezze
    la stessa voglia di essere amati…

    tutto questo non lo vivono..
    devono
    lavorare
    combattere
    essere schiavi sessuali

    quando si ammalano
    muoiono…
    ..
    8,4 milioni di bambini nel mondo non arriva ai 5 anni…
    ..il morbillo è una delle cause di morte più frequente…
    il morbillo, come altre malattie da noi facilmente curabili….
    cento euro vaccinano 5000 bambini…(cinquemila!)
    il sostegno a distanza è la vera risposta
    http://www.unicef.it

  5. Cara amica ,
    Sarebbe bello , sarebbe giusto , sarebbe il minimo.
    Vedi se …. forse non ci sarebbe stao nemmeno bisogno di ricordarlo. Ma ti accorgi quanto male c’è tra noi ? Guarda non serve andare chissà dove , scendi le scale di casa !
    cara amica , apprezzo il tuo lodevole impegno alla denuncia. sono pessimista , ne ho vste e sentite troppe.

    un saluto
    gowen

  6. Ciao cara bricciole, c’è tanta disparità nel mondo…..purtroppo spesso ci lamentiamo di inezie dimenticando che altri sarebbero felicissimi solo di un decimo…..coccoliamo tanto i nostri figli dimenticando che bambini di tre a quattro anni, da soli, fanno a piedi km e km per un sorso d’acqua….ci vorrebbe che tuutti fossero sensibili come te per migliorare la disparità…un abbraccio e buon w.end

  7. ciao Bricciole
    Buona domenika, stupendo davvero stupendo questo post, mi dispiace di commentarlo solo ora, lo letto ed e stupendo, sai il messaggio ke tu dici e lo stesso ke penso smepre io, non ci rendiamo conto di quanto siano prezione le cose ke abbiamo, un tetto sulla testa, un pavimento sotto i piedi, una casa calda, mangiare pronto, mezzi x spostarci ecc ecc ecc, tt cose ke si danno x scontati e ke nessuno pensa ke prima o poi si possono perdere, nessuno pensa all’altro, nessuna pensa ke ce gente ke muore di fame, di freddo, di stenti, nessuno pensa ke magari dietro l’angolo avvengono violenze e cose inaudite, nessuno pensa hai bisognosi, spendiamo miliardi x viaggi spaziali, makkine nuove, palazzi da mille e una notte…quando tt questi miliardi di miliardi di miliardi…potrebbero essere dati x far felice cn poco gente ke a perso tutto, questo sarebbe 1mondo perfetto…ma ahime nn e il mondo dove noi viviamo, anke se ce ringraziando DIO molta gente cose, gente ke aiuta, gente volontaria, ecc ecc speriamo solo ke questa gente dal cuore d’oro, aumenti x il bene di tt e x il bene della pace. Grz x questo stupendo blog ke sn certo aprira okki e cuori hai fortunati cm me ke possono leggerlo e commentarlo

    Marco

  8. Pensiamo ai bimbi che muoiono di fame, pensiamo alle donne violentate, a uomini mutilati, agli animali torturati. E poi pensiamo che da un’altra parte si spreca e si consuma di tutto e di più, e pensiamo a quelli che litigano per un parcheggio o per chi è arrivato prima al banco del pane. Si passa troppo spesso da un eccesso all’altro e non c’è una via di mezzo. Questo è il mondo e guarire tutto è impossibile. Possiamo solo crescere i nostri figli, nel modo migliore, con la speranza che il domani per loro sia meglio di questo presente.
    Buona giornata.
    Fuko..

  9. Ciao, cara Bricciole,
    purtroppo l’essere umano non si accontenta mai, vuole sempre di più e non guarda mai indietro per vedere chi sta peggio di lui, chi non ha neppure una ciotola di riso, chi non ha una casa, chi è malato… no è troppo egoista e va avanti per la sua strada, fino a quella finale che poi, è la stessa di tutti, ma le sue ricchezze accumulate non se le può portare dietro.
    Buona settimana e un abbraccio.
    Nadia

  10. una riflessione molto bella. Purtroppo restiamo sordi a simili appelli, perchè fa comodo così, perchè tanto qualcuno ci penserà. Poi vediamo immagini in Tv, oppure leggiamo post come questo che fanno riflettere. Chi ci penserà se non noi stessi?
    Buongiorno Bricciole.

  11. Buongiorno Bricciole….solo pochissime volte in tanti anni di blog ho avvertito i brividi, una di queste volte é proprio adesso attraverso quello che hai portato qui…Come sembra distante o addirittura inesistente il mondo della stragrande maggioranza della popolazione terrestre!
    Un abbraccio Bricciole, ma di cuore grande

  12. Ciao Bricciole,
    Sai, ci sono valori nella vita che acquistano
    importanza minori quando dovrebbero invece essere assoluti.
    Non essere mai stati in certi luoghi dove l’emergenza è consuetudine
    dove la povertà è totale, dove arrivare vivi a sera è già un successo,
    porta probabilmente a non rendersi conto di cosa voglia dire avere tutto.
    Diventa una sconfitta per tutti non essere in condizioni di garantire
    quel minimo che garantisca la vita, l’istruzione e la salute… per tutti.
    Un post forte e toccante. Bricciole.
    Fa riflettere, e sicuramente per chi lo sa cogliere,
    è un aiuto per tenere saldamente i piedi per terra e guardare un po’ più in là
    di ciò che nostra quotidianità.
    Prima di salutarti, volevo ringraziarti per le parole buone che hai sempre
    quando vieni a trovarmi, misteriosa.. nuova amica di sempre.
    Grazie di cuore.
    Buona serata.

Lascia un commento